The Montoggio tales
food
landscape
traditions

Natura e Sport

Liguria, una parola magica, una destinazione turistica celeberrima soprattutto per le sue Riviere e i tesori culturali… Ma viceversa di straordinario valore anche per i paesaggi nell’entroterra, i borghi storici montani, le risorse enogastronomiche e dell’artigianato.
Una terra che meravigliosamente integra e disvela coste ed habitat rurali a misura d’uomo, da scoprire 365 giorni l’anno, anche su percorsi inconsueti e “inattesi”. La storia ligure si è infatti dipanata nei secoli sia conquistando mari e rotte mercantili, sia nella sapienza delle agricolture, sia lungo le vie di scambio commerciale che valicavano l’Appennino, sia attraverso le vicende delle signorie feudali che dominarono le valli (Fieschi, Doria, Spinola…).

Tuttora l’entroterra ti offre - intatti o recuperati - i suoi patrimoni ambientali, i sentieri nei boschi, il folklore, le ricette, gli eventi…e quell’ Alta Via dei Monti Liguri che abbracciando tutto l’arco regionale traversa Montoggio. La Valle Scrivia, in particolare, custodisce con amore la propria identità, e - pur a pochi minuti d’auto da Genova - ti immerge immediatamente dentro scenari green e rilassanti. Castelli, torrenti, escursioni, nuclei rurali, per consentirti un soggiorno appagante, tutto tuo e via dalla pazza folla. Proprio qui ti attende Montoggio, nella sua dimensione verde a 500 metri sul livello del mare, ricca di acque e pascoli, di cime che offrono visuali aperte verso le Alpi e il mare.

La località sorge dove i torrenti Laccio e Pentemina confluiscono a formare lo Scrivia, che di lì poi procede sinuoso disegnando la valle. A Montoggio il tempo della tua vacanza scorre prezioso e lieve: scopri le appartate frazioni, le buone ricette, respiri l’energia positiva di un habitat lontano dai rumori e trovi - se vuoi - numerose opportunità di sport e benessere.

In auto, in bicicletta o a piedi, i paesaggi e gli itinerari verdi fra castagni e latifoglie sono la cifra più forte dell’area. Lungo i piani di Creto una piacevolissima strada sale da Genova a Montoggio. Non a caso “piani”, la frazione di Creto è un susseguirsi di verdi prati dove ti rilassi per un picnic o sperimenti la generosa gastronomia dei ristoranti e degli agriturismi. Ma l’Alta Via dei Monti Liguri da questo tratto penetra le alture, ascende all’Alpesisa, e - se il tempo lo permette - da lassù osservi il mare silenzioso e Genova, una “capitale europea della cultura” oggi ancora più bella di ieri.

La suggestiva escursione al lago di Val Noci t’immerge nella quiete. E’ specchio d’acqua verde brillante, tra il saluto dei pescatori in attesa di trote e le molteplici salite per raggiungere le vette panoramiche. Posate sul lago, come per la gioia degli arrampicatori, alcune lastre di pietra sono meta di climber in cerca di refrigerio e tranquillità. Una meta del fare, camminare, ascoltare la natura, o semplicemente del riposare.
Da Val Noci, prezioso bacino idrico per Genova, anche la salita ai 1035m del Monte Bano e ai 1036m del Monte Candelozzo (con puntuali segnavia gialli) schiude emozionanti prospettive, fra passato e presente, fra sentieri e mestieri.

 




lago di Val Noci


panorama


fioriture


tramonto innevato


Genoa Mtb
Prego,
inserisci le tue credenziali
   Username
    
Password